CC e CCN: differenza tra i campi destinatario nelle mail

Destinatari mail: campo CC e CCN

Per chi è alle prime armi con il mondo della posta elettronica, ma anche per chi ancora ha dei dubbi sul funzionamento dei campi destinatario, in questo articolo sveliamo la differenza tra le voci CC e CCN.

Cosa sono? A cosa servono? Come utilizzarle in maniera corretta assieme al campo destinatario principale? Andiamo!

Accanto al destinatario principale di una e-mail, contrassegnato spesso con la voce “A”, che indica il campo in cui inserire l’indirizzo mail della persona a cui è rivolto il messaggio via prioritaria, troviamo i campi “CC” e “CCN”.

Queste due sigle servono per indirizzare il messaggio, o lo scambio mail finora avvenuto, a ulteriori persone che devono in qualche modo essere rese partecipi della conversazione o a conoscenza delle informazioni in essa contenute.

Vediamone la differenza sostanziale!

CC: Copia Conoscenza

Il campo CC è utilizzato da tutti i provider di email (libero, gmail, outlook, ecc.) per permettere di inviare il messaggio a una o più persone che devono essere in qualche modo coinvolte nella discussione.

Grazie all’inserimento in CC si offre loro la possibilità di intervenire nella conversazione o semplicemente di leggere le informazioni scambiate tra il mittente e il destinatario principale.

La sigla è un acronimo di Copia Conoscenza o Copia Carbone, dall’inglese Carbon Copy.

Il destinatario principale (quello del campo “a”) può così vedere che il messaggio è indirizzato in prima istanza a lui (e probabilmente sarà lui a dover fornire una risposta), ma che altre persone sono state inserite nella conversazione e possono essere semplici “spettatori” o decidere di partecipare rispondendo.

Il destinatario del campo CC saprà invece che è opportuno sia a conoscenza dello scambio mail e del suo contenuto, e potrà decidere se semplicemente leggere per tenersi informato oppure intervenire con il proprio contributo, decidendo a sua volta di rispondere a tutti o solo ad alcuni.

Un paio di esempi di utilizzo di CC nelle mail:

  • Le risorse umane dell’azienda rivolgono una comunicazione a tutto il reparto marketing. La mail potrà avere come destinatario principale il responsabile marketing e come destinatari in “CC” tutti i dipendenti di quella funzione aziendale, ai quali in realtà non è richiesta una risposta, ma semplicemente di recepire il messaggio.
  • Per un lavoro in Team, Marta e Andrea stanno scambiando informazioni per definire la strategia per un cliente. Utilizzeranno il campo destinatario “A” per inserire i rispettivi indirizzi mail nelle risposte, mentre utilizzeranno il “CC” per inserire tutti gli altri membri del gruppo di lavoro che devono essere informati dello scambio mail in corso.

CCN: Copia Conoscenza Nascosta

Il secondo campo opzionale previsto per le mail è il campo CCN.

Qui è possibile inserire gli indirizzi di posta elettronica di coloro che in qualche modo devono essere messi al corrente delle informazioni, ma dei quali non vogliamo sia visibile a tutti l’indirizzo mail.

La motivazione può essere di privacy o semplicemente perché non vogliamo far sapere al destinatario principale e alle persone in CC che la persona inserita in CCN è stata informata.

La sigla in questo caso sta per Copia Conoscenza Nascosta o Copia Carbone Nascosta, mentre in inglese si utilizza BCC, acronimo di Blind Carbon Copy.

CC e CCN nelle mail
Compilazione dei campi destinatario

Vediamo un paio di esempi di utilizzo di CCN nelle mail:

  • Devo rispondere ad un cliente che chiedeva a me personalmente un intervento sul proprio sito web. Per risolvere la cosa ho chiesto supporto ad un collega che mi ha indicato la soluzione. Rispondo al cliente (campo destinatario “A”) dicendogli come ho risolto e inserisco in “CCN” il mio collega, per metterlo a conoscenza della mia risposta al cliente senza che quest’ultimo veda la mail del collega né sappia del suo coinvolgimento.
  • Ricevo una comunicazione di lamentela da parte di un cliente a cui rispondo in prima persona. Decido però che il mio capo debba essere messo a conoscenza dello scambio mail. In questo caso, inserisco nel campo destinatario “A” la mail del cliente, mentre in “CCN” il mio superiore. Così facendo, il capo sarà informato della mail da me ricevuta e della mia risposta, senza che il cliente scopra il suo indirizzo mail.

Campi CC e CCN: differenze

Abbiamo visto come i campi CC e CCN servano per indirizzare i messaggi di posta elettronica a specifici destinatari, con un

Ecco la sostanziale differenza:

In entrambi i casi c’è l’esigenza di mettere al corrente, di informare qualcuno, ma con il campo CC vogliamo che questo coinvolgimento sia visibile e palese a tutti i partecipanti alla conversazione, mentre con il campo CCN vogliamo nascondere l’indirizzo mail alle altre persone (destinatario ed eventuali CC).

Di seguito una tabella per un rapido colpo d’occhio sui due concetti:

COPIA CONOSCENZA COPIA CONOSCENZA NASCOSTA
Sigla e significato CC: Copia Carbone CCN: Copia Carbone Nascosta
Utilizzo Mettere a conoscenza di determinati messaggi una persona, facendolo sapere agli altri Mettere a conoscenza una persona, nascondendo il suo coinvolgimento (e il suo indirizzo mail) agli altri
Confronto tra CC e CCN

Speriamo di esserti stati d’aiuto! Per qualsiasi ulteriore dubbio, lascia un commento e saremo felici di risponderti.


Le Differenze

Appassionato di scrittura in ogni forma, adoro spiegare in maniera chiara e senza troppi fronzoli concetti e termini di uso comune, spesso fraintesi o non compresi. Seguimi alla scoperta delle differenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LeDifferenze.it partecipa al Programma di affiliazione Amazon UE, che consente  di percepire  commissioni pubblicitarie sponsorizzando il sito Amazon.it!

© 2020   Le Differenze 
Mappa del sito