Differenza tra delibera e determina

Delibera e determina

In questo articolo approfondiamo insieme qual è la differenza tra delibera e determina, il significato dei due termini e i loro ambiti di utilizzo.

Non perdiamo tempo, andiamo!

Delibera o deliberazione

La delibera è un atto giuridico imputato ad un organo collegiale. Anche detta deliberazione, non è altro che un atto formale che identifica la decisione di un organo e gli effetti che da essa scaturiscono.

Si parla di delibera o deliberazione riferendosi agli atti di organi collegiali sia pubblici che privati.

Esistono, ad esempio, la delibera del consiglio comunale (pubblica), la deliberazione del consiglio di amministrazione di un’azienda o quella di un’assemblea condominiale (private). Questi organi, a seconda della loro natura, funzione e competenza, emanano atti di diritto privato, atti normativi, endoprocedimentali o provvedimenti.

Per poter deliberare è generalmente necessario il consenso di una parte soltanto della pluralità dei soggetti del collegio, percentuale che varia a seconda delle maggioranze previste dalla legge per ciascun caso (potrebbe essere il 50%+1 dei soggetti, i due/terzi dei millesimi di un condominio, ecc.).

Delibera: atto normativo
Firma del documento di delibera del consiglio di amministrazione

Nell’ambito della Pubblica Amministrazione, dei Comuni nello specifico, la deliberazione è lo strumento attraverso cui si esprimono gli indirizzi politico-amministrativi: approvazione dei bilanci e dei regolamenti, per citare due esempi.

Le delibere comunali diventano esecutive dopo il periodo di pubblicità previsto (affissione di 15 giorni) o, in alcuni casi, con effetto immediato.

N.B. La delibera esprime la volontà della pluralità di persone che l’ha emanata ed è proprio a tale pluralità che è imputata, non ai singoli soggetti che compongono l’organo. Questo aspetto la differenzia dalla convenzione, quell’atto che è invece imputato ai singoli soggetti che l’hanno conclusa.

Determina o determinazione

Con il termine determina si identifica un provvedimento di un dirigente o funzionario preposto a determinate funzioni. È anche detta determinazione dirigenziale.

La determinazione è quell’atto formale con cui i responsabili dei servizi manifestano e dichiarano la propria volontà nell’esercizio della potestà di gestione finanziaria, tecnica ed amministrativa.

Le determine sono quindi gli atti amministrativi tipici con cui i dirigenti assumono le decisioni necessarie per realizzare gli obiettivi stabiliti dagli indirizzi e dalle programmazioni dell’ente.

Con le determinazioni, che possono avere o meno rilevanza contabile, i dirigenti impegnano l’amministrazione verso l’esterno.

Determina: atto amministrativo
Firma del documento di determina

Delibera e determina: differenze

Approfondite le definizioni e i significati, quali sono in definitiva le differenze tra delibera e determina?

Possiamo dire che le delibere sono atti normativi che indicano un indirizzo, una programmazione, le determinazioni sono atti amministrativi attraverso cui si esplica la volontà del dirigente/responsabile del servizio dell’ente in questione.

In sostanza, con la delibera si forniscono delle disposizioni, la determina ha invece una valenza esecutiva.

Di seguito una tabella riassuntiva delle differenze tra preparazioni a base di frutta:

DELIBERA O DELIBERAZIONE DETERMINA O DETERMINAZIONE
Tipologia di atto Atto normativo Atto amministrativo
Valenza Fornisce delle disposizioni, un indirizzo, una programmazione Ha valenza esecutiva, manifesta la decisione di dirigente/responsabile legittimato ad adottarla
Chi le emana Organo collegiale (insieme di persone) Dirigente/responsabile di funzione

Speriamo di aver chiarito i tuoi dubbi in merito alla differenza tra determina e delibera, ma per qualsiasi ulteriore delucidazione non esitare a commentare.


Le Differenze

Appassionato di scrittura in ogni forma, adoro spiegare in maniera chiara e senza troppi fronzoli concetti e termini di uso comune, spesso fraintesi o non compresi. Seguimi alla scoperta delle differenze.

Commenti (2)

    • Buongiorno Iris e grazie per il commento.
      La risposta a questa domanda è: dipende. Gli impiegati di enti pubblici nel redigere gli atti possono scrivere delibere, determine ma anche altre tipologie di atto (ne esistono molti tipi diversi). La differenza risiede nella finalità dell’atto stesso e in chi ne dispone la scrittura, non tanto in chi si occupa della sua stesura. Il personale degli enti è incaricato di tante mansioni e può occuparsi di delibere, determine ma anche di preparare molti altri atti amministrativi e non.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LeDifferenze.it partecipa al Programma di affiliazione Amazon UE, che consente  di percepire  commissioni pubblicitarie sponsorizzando il sito Amazon.it!

© 2020   Le Differenze 
Mappa del sito