Differenza tra estratto, eau de parfum, eau de toilette, eau de cologne e acqua profumata

Eau de parfum, eau de toilette, eau de cologne

Nel settore moda e bellezza, si sa, i termini “tecnici” sono tanti e spesso di origine straniera. In particolare, parlando di profumi ed essenze, i vari Eau de… sono ormai comunemente utilizzati anche nel nostro paese.

Ma spesso la confusione è tanta: qual è la differenza tra Eau de toilette e Eau de parfum? E la Colonia, anche nota come Eau de Cologne? Se poi consideriamo che, sempre più, si sente parlare anche di acqua profumata o di estratto, la situazione si complica ulteriormente.

A tutti, almeno una volta nella vita, sarà capitato di porsi domande simili e, se anche tu sei qui, significa che hai una curiosità o la necessità di chiarire in maniera chiara i tuoi dubbi sulle differenze.

Facciamo un po’ di chiarezza: scopriamo insieme tutti i dettagli sulle fragranze in questo approfondimento, procedendo dai prodotti più delicati fino a quelli più forti e persistenti!

Iniziamo con l’anticipare che i criteri di distinzione tra le varie tipologie di preparati profumati riguardano sostanzialmente:

  • Composizione: concentrazione di alcool e oli essenziali;
  • Intensità: la capacità della fragranza di arrivare a colpire nel profondo, la sua forza di azione;
  • Persistenza: la durata degli effetti del profumo, la sua capacità di permanenza prolungata;
  • Ingredienti : le materie prime, le essenze e gli aromi che caratterizzano il prodotto.

Questi elementi, perfettamente combinati, danno vita alle diverse fragranze che tanto amiamo e che scatenano in noi sensazioni uniche.

Acqua profumata – Eau Fraîche

Nel nostro viaggio attraverso fragranze e aromi, partiamo dalla più semplice e delicata: stiamo parlando dell’acqua profumata, anche nota in francese come eau fraîche, letteralmente acqua fresca.

Tecnicamente conosciuta come idrolato, non è altro che un’acqua distillata molto leggera, caratterizzata dalla presenza di qualche goccia di essenza in percentuali molto basse, sotto al 5%, solitamente priva di alcool e arricchita di elementi idratanti, rigeneranti, energizzanti e rinfrescanti

Eau Fraîche: acqua profumata
Eau Fraîche: delicata acqua profumata, ideale per l’estate

Per le sue caratteristiche è poco persistente all’olfatto, ma dona una sensazione duratura e piacevole su tutto il corpo, risultando non invadente. Utilizzabile sia da uomini che donne, anche in giovane età, è un toccasana per le pelli dedicate e sensibili.

Molto spesso il formato è in pratiche boccette o bottigliette con tappo a nebulizzatore, per una più semplice e omogenea erogazione. Sono l’ideale nei periodi estivi, come valida alternativa quando un profumo può risultare pesante o troppo intenso.

Eau de Cologne – Colonia

L’acqua di Colonia, che deve il proprio nome e la sua fama alla città di origine tedesca, è nata da mani italiane con il nome di Aqua Mirabilis nel 17° secolo. È ancora oggi uno dei profumi più apprezzati, sinonimo di leggerezza e vitalità.

Dal punto di vista delle caratteristiche, la Colonia è composta di oli essenziali in percentuali basse, tra il 3% e il 5%. Le essenze sono solitamente agrumate e si rifanno a frutti come bergamotto (che ne costituisce la base), limone, cedro, pompelmo e arancio, spesso con l’aggiunta di oli di lavanda o gelsomino, neroli, rosmarino, e timo.

Nell’Eau de Cologne anche la quantità di alcool è ridotta, rispetto a eau de toilette e profumi dalla maggiore intensità e persistenza.

Eau de Cologne: l'acqua di Colonia
Boccette di acqua di Colonia, anche nota come Eau de Cologne

In origine pensata per un pubblico maschile – non a caso è associata spesso al benessere degli uomini nell’utilizzo come tonico o lozione dopobarba – si diffuse rapidamente e si fece apprezzare presto anche dalle donne.

Con la sua discrezione, trasmette sensazioni di pulizia e freschezza. Può essere impiegata sul corpo, in punti che ne esaltino le qualità come polsi, colo e petto, oppure sui vestiti. 

Per dovere di cronaca, dobbiamo segnalare che nella versione originale l’Acqua di Colonia contiene da un 7% ad un 15% d’essenza di profumo ed è un prodotto IGP (ad indicazione geografica protetta). Risulta quindi molto più intensa e durevole delle normali Colonie.

Eau de Toilette

L’eau de toilette, tra tutte le fragranze, è indubbiamente la più famosa e utilizzata.

Stiamo parlando di uno dei prodotti più apprezzati e regalati, sia dagli uomini che dalle donne, forse perché rappresenta la naturale via di mezzo, la più equilibrata, tra le acque più leggere e i profumi più consistenti.

Le concentrazioni di essenze cominciano ad essere più marcate (4%-12%), imprimendo all’eau de toilette una discreta intensità, ma una persistenza olfattiva non così prolungata; se indossata, prolunga la diffusione degli aromi fino a 3-4 ore.

Eau de Toilette: fragranze
Eau de Toilette: la più nota delle fragranze

Se ne trovano di tantissime tipologie in commercio, ma chi si occupa della creazione delle fragranze, spesso si concentra su ingredienti dai sentori frizzanti: agrumi, fiori, aromi marini. Il risultato è intenso ma non aggressivo, avvolgente ma non pesante.

È il prodotto più adatto per la quotidianità, da usare in ogni occasione.

Eau de Parfum – Profumo

L’Eau de Parfum è la fragranza per chi desidera osare un po’ di più, per chi vuole mettere in mostra la sua personalità più aggressiva. Tra quelle viste finora è sicuramente quella più intensa e persistente. Il profumo emana le sue note olfattive un poco alla volta, per una durata più lunga, fino a 6-8 ore.

È il prodotto perfetto per chi ama farsi notare, anche per via dell’impiego di basi aromatiche più rotonde: sentori floreali freschi, note fruttate e soprattutto verdi, dalla natura.

Eau de Parfum: il profumo intenso e persistente
Eau de Parfum: il profumo di chi ama farsi notare

Rispetto all’eau de toilette ha una percentuale di oli essenziali più elevata (tra 10% e 20%) e, proprio per questo, è maggiormente indicata in occasioni speciali, appuntamenti galanti o in contesti serali, nei quali mostrarsi più seducenti. In situazioni quotidiane, a lavoro ad esempio, potrebbe risultare fastidiosa agli altri.

Estratto – Essenza – Parfum

L’essenza, anche nota come estratto, è un vero e proprio distillato di fragranza. La sua composizione prevede la concentrazione più alta di oli essenziali, superiore solitamente al 20%.

Gli ingredienti utilizzati per la preparazione degli estratti sono legni preziosi, muschio e ambra nelle differenti varietà, spezie come cannella, sandalo e vaniglia.

Questo tipo di essenze, unito alla loro elevata concentrazione, conferisce note calde e nobili, golose e sensuali, che si diffondono lentamente fino a colpire nel profondo.

Estratto o Essenza
Boccetta di Estratto o Essenza

È la fragranza più intesa di tutte, quella dalla personalità più decisa, e a molti potrebbe risultare addirittura fastidiosa, a seconda dei gusti. È l’ideale per le occasioni importanti e per le serate speciali, da indossare in piccole dosi.

Differenze essenziali tra tipologie di fragranze

Abbiamo visto come gli elementi comuni a tutte le fragranze siano:

  • Oli essenziali (essenze) e aromi
  • Alcool
  • Acqua

Ricapitoliamo quindi le principali differenze tra tipologie di fragranze:

  • Estratto: particolarmente intenso e decisamente persistente, da usare quindi con molta parsimonia, presenta oli essenziali nelle percentuali più alte, tra 15% e 30%;
  • Eau de Parfum: è il classico profumo, intenso e caratterizzato da una lunga persistenza, realizzato con essenze nella misura dell’8-20%;
  • Eau de Toilette: forse la più famosa delle fragranze (assieme al profumo del punto precedente), ha una discreta intensità, ma tende ad evaporare più in fretta, risultando meno persistente. Le essenze e gli aromi hanno una percentuale tra 4% e 12%;
  • Eau de Cologne: utilizzata come tonico dopobarba dagli uomini e come alternativa al profumo nelle stagioni calde dalle donne, ha percentuali di oli essenziali basse, nell’intervallo 3%-5%. Si caratterizza per freschezza e leggerezza;
  • Acqua profumata: è un prodotto a base acquosa che viene impreziosito di bio-aromi o essenze (naturali o sintetiche) e, solitamente, è privo di alcool. È semplice e delicato, adatto a tutti per regalare sensazioni di freschezza sulla pelle, soprattutto in estate, senza risultare invadente o persistente. 

Di seguito una tabella riassuntiva molto utile per un colpo d’occhio su tutte le 5 tipologie di fragranza:

ESTRATTO EAU DE PARFUM EAU DE TOILETTE EAU DE COLOGNE ACQUA PROFUMATA
Nomi Estratto, Essenza, Parfum Eau de Parfum, Profumo Eau de toilette Eau de Cologne, Acqua di Colonia, Colonia Acqua profumata, Eau Fraîche
Percentuale di essenze e aromi 15%-30% o più 8%-20% 4%-12% 3%-5% < 5%
Intensità (da 1 a 5) 5 4 3 2 1
Persistenza (da 1 a 5) 5 4 3 2 1
Occasioni Ideale per occasioni importanti e serate speciali Ideale per la sera o un’occasione speciale Ideale in ogni occasione, di giorno e di sera Ideale come alternativa leggera ed estiva ai profumi Ideale d’estate, anche al mare, per rinfrescarsi in ogni occasione
Le scale di intensità e persistenza sono puramente indicative, per fornire un’idea più chiara delle differenze

Il costo delle fragranze, in linea generale e al netto delle differenze dovute alla notorietà di ciascun marchio, va di pari passo con la percentuale di oli essenziali, che rappresentano la parte pregiata di ciascun prodotto aromatico.

La piramide olfattiva

In questo contesto, facciamo un ultimo interessante excursus sulla piramide olfattiva e le sue note.

Le fragranze possono essere classificate in base alle note che emanano, che sono di 3 tipi:

  • Note di testa: percepibili nell’immediato, quando il profumo viene vaporizzato, costituiscono la prima impressione delle fragranze. Sono date dalle molecole più piccole, solitamente degli ingredienti più freschi e pungenti.
  • Note di cuore: percepibili successivamente alle note di testa, rappresentano il cuore di ogni fragranza. Sono diffuse dalle molecole più avvolgenti e morbide, che conferiscono al profumo il suo carattere e la sua personalità.
  • Note di fondo: sono quelle più persistenti, conferite da molecole più grandi e resistenti, quali quelle delle essenze legnose e muschiate. Rappresentano la nota più penetrante ed energica del carattere di un profumo.

Siamo giunti alla conclusione di questo ricco articolo, nel quale abbiamo visto le principali caratteristiche e differenze delle diverse fragranze in commercio.

Speriamo di esserti stati utili, chiarendo ogni tuo dubbio e aiutandoti nella scelta della tipologia di fragranza che più ti aggrada.

Scopri la sezione profumi e fragranze su Amazon, con tantissime offerte dei migliori marchi a ottimi prezzi!


Le Differenze

Appassionato di scrittura in ogni forma, adoro spiegare in maniera chiara e senza troppi fronzoli concetti e termini di uso comune, spesso fraintesi o non compresi. Seguimi alla scoperta delle differenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LeDifferenze.it partecipa al Programma di affiliazione Amazon UE, che consente  di percepire  commissioni pubblicitarie sponsorizzando il sito Amazon.it!

© 2020   Le Differenze 
Mappa del sito