Differenza tra mito e leggenda

Mito e Leggenda

Avrai sicuramente sentito parlare di miti e leggende o forse, addirittura, ne avrai ascoltato o letto qualcuno senza sapere che si trattava proprio di una di queste narrazioni.

Ma come riconoscerli? E qual è la differenza tra mito e leggenda? Parliamo della stessa cosa, oppure no? Siamo sempre in ambito religioso oppure c’è anche un po’ di profano? Sono tutta invenzione o realtà?

Iniziamo dicendo che dei punti in comune ci sono sicuramente, ma a tutti questi interrogativi rispondiamo dettagliatamente nel nostro approfondimento.

Mito: il racconto vestito di sacro

Il mito deriva dal termine greco Mythos, che significa parola, discorso, racconto.  Non è altro che una narrazione caratterizzata da una certa sacralità, ossia da un significato religioso o spirituale.

Il mito tratta vicende che hanno luogo in un’epoca non definita ma sicuramente primordiale, antecedente alla storia scritta, e hanno come protagonisti eroi, divinità, esseri antropomorfi spesso onnipotenti o immortali, che con le loro azioni e imprese hanno modificato la storia del mondo fino a determinarne le sue caratteristiche attuali.

I racconti mitologici riguardano le origini del mondo e/o le modalità con cui esso e i suoi abitanti hanno assunto una determinata forma in uno specifico contesto geografico, sociale, culturale.

Si riferiscono quindi a temi come quello della creazione, a misteri come la nascita dell’universo e dell’uomo, l’origine della terra e degli astri celesti, della flora e della fauna, o ancora la formazione di imperi e regni, delle civiltà, tutti eventi avvenuti grazie all’intervento di eroi, divinità ed esseri con poteri soprannaturali.

Sirena: figura mitologica
Una sirena, figura mitologica

Le narrazioni del mito nascono come trasfigurazione poetica di avvenimenti reali naturali e sociali, con l’obiettivo di svelare misteri esistenziali e offrire una risposta a molti dei più profondi interrogativi umani.

Il mito è una modalità narrativa che spiega la realtà, rivela le leggi della natura e della vita, indaga il mondo e le popolazioni.

Con la parola mitologia si intende l’insieme dei miti tramandati da un popolo, che ne delineano la cultura e la storia, ma anche gli studi scientifici relativi al mito stesso, alla sua origine, ai suoi significati più profondi.

Alcuni miti famosi sono:

  • Demetra e Persefone
  • Il vaso di Pandora
  • Il pomo della discordia
  • Ulisse e le sirene
  • Il mito di Polifemo
  • Le fatiche di Ercole
  • Il mito di Prometeo
  • Il mito di Teseo
  • Dedalo e Icaro
  • Il giudizio universale
  • Scilla e Cariddi
  • Il mito di Edipo

Come vedi, in questo elenco sono presenti sia miti a carattere religioso, che famosi miti storici e culturali, ma comunque vestiti di sacralità.

Se ti affascinano i miti puoi provare l’intera serie di audiolibri Mitici, esclusiva Audible!

Leggenda: il racconto popolare

Il termine leggenda deriva dal gerundivo latino Legenda, che significa “da leggere”, “che deve essere letto”, “degno di esser letto”.

Anticamente, il termine rappresentava il racconto della vita di un santo o, ancor più precisamente, la storia dei suoi miracoli. Col tempo, ha assunto un significato più ampio, che è quello più utilizzato ad oggi: la leggenda è un racconto che unisce elementi reali, storici, fondati, a elementi fantastici.

Leggenda di Excalibur: la spada nella roccia
Excalibur: la famosa “spada nella roccia” della leggenda di Re Artù

Le leggende popolari vengono tramandate oralmente con l’obiettivo di celebrare eventi o personaggi con un ruolo di spicco nella storia di un popolo, oppure per fornire una risposta a degli interrogativi esistenziali, o ancora per dare una spiegazione all’origine o alle caratteristiche di fenomeni naturali, di eventi storici, di dinamiche sociali.

Le leggende sono parte del patrimonio culturale di un popolo e onorano i legami di appartenenza a una comunità, attraverso narrazioni che mescolano il reale con il meraviglioso.

Le vicende oggetto di leggenda non raccontano fatti puramente inventati, contengono sempre una parte di verità, rielaborata con elementi fantastici e inventati nel tentativo di fornire una risposta, di attribuire una causa, a eventi e fenomeni di difficile comprensione e spiegazione.

Alcuni esempi di leggende famose o creature leggendarie sono:

  • Il triangolo delle Bermude
  • La scomparsa di Atlantide
  • Chimera e Bellerofonte
  • Il mostro di Loch Ness
  • Il Chupacabra
  • Lo Yeti
  • Leggenda di Thor
  • Leggenda di Romolo e Remo

Tra leggenda metropolitana, leggenda storica e d’autore

Il termine generico leggenda, spesso unito all’aggettivo popolare, si riferisce alla narrazione che abbiamo appena descritto nel paragrafo precedente.  Tuttavia, la parola leggenda è associata anche ad aggettivi come storica o metropolitana.

Con leggende metropolitane si intendono quelle storie curiose e velate di mistero legate solitamente alle vicende di un territorio particolare. Questi racconti, certamente verosimili, acquisiscono dettagli e credibilità con il passaparola e narrano fatti presentati come realmente accaduti, ma spesso in realtà inventati. 

Leggende antiche e rituali leggendari
Rituali di antiche leggende

Sono invece leggende storiche quei fatti inventati ma ritenuti reali che hanno prodotto rilevanti conseguenze storiche e culturali.

Alcuni esempi sono Eldorado, la leggenda di Atlantide o la leggenda medievale del paese di Cuccagna, che hanno smosso l’immaginario collettivo, ma soprattutto affascinato e alimentato comportamenti concreti come la caccia all’oro o la ricerca di luoghi appunto leggendari.

Infine, non si può non accennare alle leggende d’autore, quei racconti inventati da scrittori, che traggono spunto da qualche aspetto della realtà curioso e affascinante. Sono racconti ricchi di significati profondi, che grazie all’espediente del meraviglioso cercano di fornire spunti e risposte a curiosità che la leggenda stessa alimenta. 

Mito e leggenda: differenze

Analizzata nel dettaglio le differenza tra mito e leggenda, facciamo un rapido riepilogo:

Il mito non è altro che un racconto sacro, spesso narrato oralmente, che tratta l’origine di culture, di popoli, di realtà e fenomeni esistenti, del mondo, e che ne racconta inoltre le caratteristiche attuali. Il mito è intriso della presenza di eroi, divinità e personaggi con poteri sovrannaturali o immortali.

La leggenda invece narra di eventi e personaggi importanti per un popolo e la sua storia o cultura. Trae spunto da vicende reali che vengono raccontate con l’aggiunta di elementi fantastici. Le leggende evolvono nel tempo, arricchendosi di dettagli “romanzati” grazie al passaparola.

Entrambi i racconti tentano di fornire risposte a quesiti eziologici ed esistenziali.

Giunti alla fine di questo approfondimento, ecco la tabella riassuntiva delle differenze tra mito e leggenda:

MITO LEGGENDA
Origine Dal greco Mythos, che significa racconto Dal latino Legendo, che significa “da leggere”, “che deve essere letto”
Protagonisti Divinità, eroi, personaggi immortali o con poteri soprannaturali Eventi e personaggi storici importanti per un popolo e la sua storia
Caratteristica principale Risponde agli interrogativi esistenziali, racconta origine del mondo, degli astri, della natura, dei popoli Spiega vicende reali in mondo fantastico, unendo elementi storici e fondati a elementi meravigliosi e romanzeschi

Siamo giunti alla fine, sperando come sempre di aver risposto ai tuoi dubbi.

Se vuoi approfondire, ecco una selezione di libri e raccolte sul tema miti e leggende che abbiamo trovato decisamente interessanti.


Le Differenze

Appassionato di scrittura in ogni forma, adoro spiegare in maniera chiara e senza troppi fronzoli concetti e termini di uso comune, spesso fraintesi o non compresi. Seguimi alla scoperta delle differenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LeDifferenze.it partecipa al Programma di affiliazione Amazon UE, che consente  di percepire  commissioni pubblicitarie sponsorizzando il sito Amazon.it!

© 2020   Le Differenze 
Mappa del sito