Differenza tra profumi e tester

Profumi Tester

In questo articolo andiamo alla scoperta della differenza tra profumi e tester, i famosi campioncini di fragranze, sempre più utilizzati.

Analizziamo insieme caratteristiche in comune e distintive dei tester e dei profumi in commercio.

Profumi e fragranze

Con il termine generico profumo si indica comunemente una fragranza. Ce ne sono di diverse tipologie, dall’eau de toilette all’eau de parfum, passando per estratti e acque di Colonia.

[Se vuoi conoscerle tutte e comprenderne caratteristiche e differenze, dai un’occhiata all’articolo dedicato alle tipologie di fragranze: eau de parfum, eau de toilette, eau de cologne]

I profumi sono una miscela a base di alcool, acqua ed essenze naturali o artificiali. Vengono venduti in boccette, bottigliette o contenitori di vetro dalle forme più svariate e in diversi formati. Il packaging è solitamente appariscente e ha funzione promozionale e di riconoscibilità del marchio.

Boccette di profumi di varie fragranze
Tante boccette di profumi di varie forme e fragranze

Se ne trovano sia da donna che da uomo, oltre che unisex, ossia adatti ad entrambi i sessi.  Possono avere essenze agrumate, floreali, legnose, gourmand, resinose, speziate, fruttate e sintetiche. 

Qui trovi le migliori proposte di profumi!

Tester o campioni di profumi

I tester dei profumi sono dei campioni, ossia bottigliette che hanno la funzione di promuovere una specifica fragranza all’interno di negozi e profumerie.

Dunque, i profumi tester cosa sono? Sono tutti quei flaconcini di prova che è possibile provare per apprezzare l’essenza di una fragranza e convincersi se può fare al caso nostro.

Tester di profumi in varie fragranze
Tester di profumi di varie fragranze

Grazie a internet è oggi possibile acquistarli anche online, direttamente dai siti web dei vari marchi o portali specializzati in profumi, prodotti per la bellezza e gioielli.

Il loro costo è decisamente più basso rispetto ai prodotti in commercio, con sconti anche fino al 50%, possibile grazie ad un confezionamento standard e neutro, oltre che alla spedizione direttamente dalla casa produttrice. 

I tester, sebbene spesso si dica siano differenti dai prodotti in vendita, sono uguali alle fragranze originali.

Tester e profumo: differenze

Quali sono, dunque, le differenze tra tester e profumo?

Se, dal punto di vista della fragranza, dell’essenza, non ci sono differenze tra un tester e un profumo, ce ne sono per questi aspetti:

  • Concentrazione di alcool: nel tester è leggermente maggiore, con il risultato che, ad un primo “assaggio olfattivo”, la fragranza potrebbe risultare diversa dal prodotto in commercio. Basta però attendere qualche istante in seguito alla vaporizzazione e il tester risulterà esattamente uguale al profumo, mostrando le medesime qualità.
  • Packaging: la scatola o confezione del tester è solitamente un fac-simile, ossia una copia standard dell’originale, dai colori neutro. Per quanto riguarda la distribuzione nei negozi, l’esigenza nasce per differenziare i tester dai profumi in commercio: il tester è solitamente un campione di prova e non è destinato alla vendita. Per quanto riguarda i tester in vendita online, la necessità è invece quella di risparmiare sui costi, con un occhio di riguardo anche all’ambiente, grazie a soluzioni più ecologiche. Oltre all’involucro esterno, sono differenti anche la boccetta e il tappo.
  • Prezzo: all’interno dei negozi i tester hanno funzione di prova gratuita. Tuttavia, con l’avvento del web è sempre più comune trovare tester in vendita online. Il loro costo è decisamente più basso rispetto alle versioni “standard” e consente a tutti di ricevere un campione della propria fragranza preferita da provare.

In conclusione, ecco la nostra tabella di riepilogo sulla differenza tra profumo e tester:

TESTERPROFUMO
FragranzaIdentica al profumoIdentica al tester
Concentrazione alcolicaLeggermente maggiore del profumo, fornisce una prima impressione differenteLeggermente inferiore del tester, consente di apprezzare subito la vera essenza
PackagingIn flaconcini, imballaggio neutro e standard, spesso non brandizzatoBoccette di vetro, imballaggio colorato, spesso articolato per la sua funzione di promozione del marchio
PrezzoGratuiti come omaggio in seguito ad altri acquisti, è possibile acquistarli ad un costo praticamente dimezzato onlinePrezzo pieno di mercato

Speriamo di aver chiarito tutti i tuoi dubbi. Se ti va, lasciaci un commento.


Le Differenze

Appassionato di scrittura in ogni forma, adoro spiegare in maniera chiara e senza troppi fronzoli concetti e termini di uso comune, spesso fraintesi o non compresi. Seguimi alla scoperta delle differenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LeDifferenze.it partecipa al Programma di affiliazione Amazon UE, che consente  di percepire  commissioni pubblicitarie sponsorizzando il sito Amazon.it!

© 2020   Le Differenze 
Mappa del sito