Differenza tra prugne e susine

Prugne e Susine

Prugne e susine, due termini spesso utilizzati come sinonimi nella quotidianità. Ma siamo sicuri che la susina e la prugna siano la stessa cosa? O forse hanno due termini distinti proprio perché stiamo parlando di due cose differenti?

Facciamo chiarezza: vediamo insieme qual è la differenza tra susine e prugne!

Prugna: caratteristiche e proprietà

La prugna è il frutto dell’albero Prunus Domestica (anche noto con il nome di susino Europeo), originario della penisola caucasica.

Non ha in realtà un colore che la identifichi, in quanto a seconda della varietà (ne esistono tantissime) assume un colore della buccia diverso: si va dal giallo al blu, passando per il verde e il rosso.

Il colore non è dunque indicativo della maturazione, quanto del tipo di prugna. La composizione nutritiva è pressoché identica nelle diverse varietà.

Per quanto riguarda la forma, la prugna si presenta  non perfettamente tondeggiante, ma più allungata, ovale.  La polpa è dolce e succosa, e si stacca facilmente dal nocciolo. Sono un alimento ricco di vitamine, sali minerali e antiossidanti.

Il periodo migliore per consumarle fresche è in estate e autunno. Ci si possono fare anche delle ottime confetture (no marmellate!).

Le prugne possono essere essiccate e gustate durante tutto il corso dell’anno. In caso di prugne essiccate  concentrazione di zuccheri e sali minerali è maggiore, ma comportano un minor apporto di vitamine rispetto al frutto fresco.

Prugne essiccate
Prugne essiccate da gustare

Susina: caratteristiche e proprietà

La susina è il frutto dell’albero Prunus Salicina (anche comunemente chiamato susino Cino-Giapponese), originario dell’estremo oriente.

Ha una forma tondeggiante, molto più che la prugna, e una polpa morbida e succosa, dalle note acidule. Si differenzia dalla prugna per il fatto che la polpa fatica a staccarsi dal nocciolo.

Proprio per questo motivo viene consumata solitamente fresca e non essiccata. Il colore è solitamente giallo-rosa carneo.

A livello di nutrienti, la susina contiene una buona quantità di potassio e calcio e una discreta quantità di vitamine. Come per le prugne, può essere utilizzata per la preparazione di buone confetture.

Susine gialle
Cesta di susine gialle

Prugne e susine: le differenze

Giunti al paragrafo conclusivo, riepiloghiamo le principali differenze tra susine e prugne.

Innanzitutto, stiamo parlando di due frutti diversi, che nascono da alberi differenti. Prugna e susina non sono la stessa cosa: la prugna dal Prunus Domestica, la susina dal Prunus Salicina.

La prugna ha una forma ovale, leggermente allungata, mentre la susina è tonda. La prima ha una polpa che si stacca facilmente dal nocciolo, mentre la seconda no.

Dal punto di vista non tanto botanico e naturale, quanto dell’utilizzo nella lingua comune, solitamente il termine susina è utilizzato per indicare il frutto fresco, mentre il termine prugna si utilizza maggiormente per quello essiccato.

Inoltre, si utilizza susina per indicare la varietà tonda e morbida, prugna per quella violacea e dalla forma allungata.

Tuttavia, è importante segnalare che, come abbiamo visto, non è propriamente così: si tratta di una dicitura mutuata dal linguaggio e dagli usi comuni, ma non corretta.

Ecco di seguito la consueta tabella riepilogativa.

PRUGNE SUSINE
Albero Prunus Domestica Prunus Salicina
Origine Penisola Caucasica (a cavallo tra Asia ed Europa) Estremo Oriente (Cina-Giappone)
Caratteristiche Colore vario (giallo, rosso, blu), polpa succosa che si stacca facilmente dal nocciolo, forma ovale leggermente allungata Colore giallo-rosa carneo, polpa carnosa , forma tondeggiante
Consumo Si mangiano sia fresche che essiccate Si mangiano solitamente fresche
Nutrienti Vitamine, sali minerali e antiossidanti Potassio, calcio e vitamine

Ora che abbiamo visto la differenza tra prugne e susine, puoi sicuramente riconoscerle più facilmente e fare una spesa più consapevole.


Le Differenze

Appassionato di scrittura in ogni forma, adoro spiegare in maniera chiara e senza troppi fronzoli concetti e termini di uso comune, spesso fraintesi o non compresi. Seguimi alla scoperta delle differenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LeDifferenze.it partecipa al Programma di affiliazione Amazon UE, che consente  di percepire  commissioni pubblicitarie sponsorizzando il sito Amazon.it!

© 2020   Le Differenze 
Mappa del sito