Differenza tra Stato e nazione

Stato e Nazione

I concetti di Stato e nazione sono spesso utilizzati come sinonimi, senza alcuna distinzione di significato.

Tuttavia, assumono accezioni diverse e dovrebbero essere utilizzati con maggiore attenzione.

Scopriamo insieme la differenza tra Stato e nazione!

Nazione: definizione e caratteristiche

Con il termine nazione si intende una comunità, un insieme di persone che sono riuscite a trovare una propria unità e identità, dando vita ad un patrimonio culturale comune e condiviso.

Nazione ha quindi a che fare in qualche modo con il concetto di popolazione, non tanto intesa come insieme di soggetti che abitano nel medesimo territorio, quanto in particolar modo dal punto di vista culturale, sociale, di valori e credenze.

A primo impatto verrebbe da associare la parola nazione ad un insieme di persone nate all’interno di uno stesso confine territoriale, soprattutto data l’etimologia del termine, che deriva dal latino natio, nascita appunto. Ma non è corretto.

Il concetto si lega quindi in qualche modo a quello di cittadinanza, che si otteneva in passato di diritto per nascita sul suolo di uno specifico Stato. Tuttavia, oggi più che mai sappiamo che la cittadinanza si può ottenere anche in altri modi, pertanto non è corretto affiancare i concetti di nazione e cittadinanza.

La connotazione corretta del termine è quella che coinvolge propriamente aspetti socio-culturali. Una nazione è un insieme di persone che hanno in comune uno o più dei seguenti aspetti: lingua, cultura, etnia, costumi, usanze, razza, religione, tradizioni. Sotto questo elemento comune hanno acquisito un’unità collettiva, una propria identità condivisa.

Al contrario di quanto spesso avviene, il concetto di nazione non si identifica affatto con l’aspetto territoriale. O meglio, può anche essere che una nazione nel senso corretto del termine si riunisca all’interno di uno specifico territorio geografico e sotto il controllo di un’entità giurisdizionale e istituzionale riconosciuta: si parla in questo caso di Stato-Nazione. Tuttavia, non sono questi ultimi gli elementi che definiscono una nazione in quanto tale.

Nazione: comunità unita socio-culturalmente
Nazione islamica riunita a La Mecca

Le persone molto spesso si identificano con una specifica nazione, ma può capitare non siano o non si sentano appartenenti ad uno specifico Stato.

Può quindi esistere una nazione senza Stato, quando un’unità etnico-socio-culturale fa capolino a più Stati diversi.

Alcuni esempi per chiarire ancora meglio:

  • nazione europea, nazione araba, per identificare popolazioni della stessa etnia;
  • nazione cristiana, per descrivere coloro che si identificano come seguaci della religione cristiana;
  • nazioni svizzere, che identificano le diverse entità culturali dello Stato svizzero (Svizzera francese, Svizzera tedesca, Svizzera italiana, ecc.)

Il termine è abbastanza controverso e il suo significato non sempre ben delineato, soprattutto per via delle diverse accezioni che ha assunto nel corso della storia e delle differenti chiavi di lettura che sono state date da vari autori. Ecco perché ci sia tanta confusione sul tema.

Nazione, nel senso di collettività unita da un qualche elemento comune, è un concetto che ha assunto un significato unitario a partire dalla rivoluzione francese. Un altro esempio viene invece dall’Italia del periodo risorgimentale. 

In entrambi i casi si è fatto leva sul concetto per giungere ad un’unità e farsi portavoce e difensori di valori condivisi e indipendenza comune.

Stato: definizione e caratteristiche

Con il termine Stato ci si riferisce a un’istituzione che svolge funzione sovrana all’interno di un territorio e sulla popolazione che lo occupa, attraverso istituzioni e norme organizzate secondo un preciso ordinamento giuridico.

Stato ha quindi a che fare con la dimensione geografica, che si lega a doppio filo con quella giurisdizionale e istituzionale.

Il termine deriva sempre dal latino, dalla parola status, che indica il concetto di condizione, che può essere sociale, economica o di qualsiasi altro tipo. Non a caso la parola è comunemente utilizzata per riferirsi a diversi aspetti dello Stato stesso: alle istituzioni nel loro complesso, all’apparato sovrano, alla popolazione che lo compone, al territorio che lo identifica.

Tutto il mondo, ad eccezione delle acque internazionali e degli oceani che non appartengono a nessuno, è organizzato in Stati. Gli Stati del pianeta terra sono attualmente 206, di cui 196 riconosciuti sovrani, ossia indipendenti e non appartenenti ad una federazione.

Lo Stato può assumere la forma di Regno o Impero, di Repubblica, di Federazione, ecc., a seconda delle istituzioni che lo compongono, dei principi che lo guidano e della tipologia di governo a capo.

Stato: entità giuridico-territoriale
Una cartina di alcuni Stati dal mondo

Ricapitolando, quindi, lo Stato rappresenta uno specifico territorio, riunito sotto un determinato ordinamento giuridico che esercita la sovranità all’interno dei propri confini e sui soggetti che vi si trovano: regolamenta la vita della popolazione, definisce le norme da rispettare, svolge funzioni di controllo, assistenza, governo e tante altre.

Una vera e propria entità politica, economica e istituzionale insomma, che opera in maniera autonoma e centralizzata.

Stato e Nazione: le differenze

Dopo aver esaminato i termini nel dettaglio, riepiloghiamo le differenze tra Nazione e Stato.

Volendo identificare un elemento utile a distinguerle in maniera chiara, possiamo dire che il principio che delinea lo Stato è di carattere geografico-giuridico; quello che identifica la nazione è invece di tipo socio-culturale.

  • La nazione, che rappresenta l’unità di un insieme di soggetti in base alla loro cultura, alla loro lingua, ai loro usi e costumi, alla loro religione, o a più di questi elementi insieme, può esistere anche superando i confini territoriali, andando ad abbracciare persone appartenenti a diversi Stati.
  • Lo Stato invece è un’entità giuridica e istituzionale che esercita la propria sovranità o governo all’interno dei propri confini, secondo la forma, le regole e le istituzioni che ha deciso di utilizzare.

Una delle caratteristiche peculiari dello Stato è che è riconosciuto in quanto tale dall’autorità e dagli altri Stati. Può capitare invece di identificarsi in una nazione indipendentemente dal fatto che questa sia riconosciuta come tale dagli altri.

Come accennavamo nel corso dell’articolo, Stato e Nazione possono in una situazione ideale coincidere: si parla di Stato-nazione o Stato comunità proprio quando la nazione occupa più o meno interamente il territorio di uno Stato.

In questo caso vi è spesso una condivisione e integrazione di lingua, cultura, leggi, economia, istituzioni, usi e costumi, religione.

Di seguito la nostra tabella riassuntiva delle differenze:

STATO NAZIONE
Definizione Istituzione sovranadi un territorio, con propria popolazione e ordinamento giuridico Comunità caratterizzata da un’unità culturale o religiosa, linguistica, etnica
Accezione Giuridica e istituzionale Socio-culturale
Esempi Stato italiano, Stato francese, Stato brasiliano Nazione europea, Nazione araba, Nazione cristiana

Ora dovrebbe essere più chiara la differenza tra Stato e nazione.

Per qualsiasi ulteriore dubbio, lascia un commento e ti risponderemo!


Le Differenze

Appassionato di scrittura in ogni forma, adoro spiegare in maniera chiara e senza troppi fronzoli concetti e termini di uso comune, spesso fraintesi o non compresi. Seguimi alla scoperta delle differenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LeDifferenze.it partecipa al Programma di affiliazione Amazon UE, che consente  di percepire  commissioni pubblicitarie sponsorizzando il sito Amazon.it!

© 2020   Le Differenze 
Mappa del sito